Off

TFS AVERSA

Ottenere subito l’anticipo del TFS è possibile

Il TFS è la buonuscita che ti spetta se sei un dipendente pubblico che è andato in quiescenza.

La legge di stabilità impone però il versamento a rate e tempi veramente lunghi per la liquidazione.

Per fortuna Gruppomoney ha la soluzione che fa per te: il Prestito con Anticipo del TFS.

Una pratica semplice, sicura e trasparente che ti consente di ricevere la tua buonuscita in unica soluzione, a costi decisamente contenuti e senza dover offrire alcuna garanzia aggiuntiva.

Nessuna rata da pagare, nessun conto corrente da aprire e zero spese accessorie: cosa chiedere di più?


In cosa consiste il TFS dei Pensionati?

Al momento della messa in quiescenza, ai dipendenti della Pubblica Amministrazione spetta una buonuscita, calcolata in base agli anni di servizio prestato, che si chiama Trattamento di Fine Servizio (TFS).

Per essere più precisi, il TFS riguarda i lavoratori assunti nella PA prima del 2001, per gli altri (quindi quelli assunti dal 1° gennaio 2001 in poi) si parla, più correttamente, di TFR (Trattamento di Fine Rapporto).

La differenza è abbastanza importante perché, mentre il TFS è calcolato su base retributiva (dipende dall’ultimo stipendio percepito), il TFR è invece su base contributiva e quindi dipende dai contributi effettivamente versati nel corso della vita lavorativa.

Quindi se sei un neo pensionato ex-INPDAP ti spetta, dopo tanti anni di lavoro, una somma importante a titolo di liquidazione.

Per darti un’idea considera che l’ammontare medio del TFS è tra €80.000 e €90.000.

 


La Tempistica è lunga ma Credass Italia ha la scorciatoia

Quello che forse non sai è che dovrai aspettare ancora parecchio per avere i tuoi soldi e che, quando finalmente arriveranno, ti verranno versati a rate.

Facciamo un esempio: se, come tanti, hai sfruttato una “finestra” per il pensionamento anticipato, allora i primi soldi ti arriveranno dopo circa 27 mesi.

Inoltre se il tuo TFS è compreso tra €50.000 e €100.000, come nella maggior parte dei casi, gli altri soldi ti arriveranno dopo altri 12 mesi.

Non è finita: se il tuo TFS supera i €100.000 allora l’ultima rata la riceverai dopo altri 12 mesi.

Quindi dovrai attendere, in totale, più di 4 anni per avere tutta la tua liquidazione, un periodo molto lungo!

Con Gruppomoney puoi, però, richiedere il Prestito sull’Anticipo TFS, che ti verrà versato alla firma del contratto in un’unica soluzione.

Chiamaci al numero 08119210071 per avere tutte le informazioni.


Esempi rateizzazioni con pensionamento con dimissioni volontarie

Tempi di liquidazione (date di decorrenza)

Data Pensionamento Prima Rata Seconda Rata Terza Rata
1/1/2018 1/1/2020 1/1/2021 1/1/2022

Rateazione

TFS/TFR complessivo € Prima Rata € Seconda Rata € Seconda Rata €
45.000 45.000
75.000 50.000 25.000
175.000 50.000 50.000 75.000

Alle scadenze indicate nella tabella devi aggiungere circa 3 mesi che è il tempo che l’INPS si prende per farti il bonifico.


L’Anticipo TFS, una soluzione finanziaria per tutti i neo pensionati INPDAP

Dovrai quindi aspettare così tanto?

No, per fortuna una soluzione finanziaria esiste e si chiama Anticipo TFS.

È un prestito molto semplice e molto trasparente: ti verrà anticipato ll’importo del TFS di cui hai bisogno al suo valore attualizzato, vale a dire decurtato di un interesse calcolato in base alla data prevista di pagamento da parte dell’INPS.

Per esempio se devi aspettare 1 anno ti decurterà l’importo degli interessi di 1 anno, se gli anni sono 2 allora l’interesse sarà calcolato su 2 anni e così via.

Non sarà necessario richiedere l’intero importo del TFS ma potrai farti anticipare solo quello che ti serve.

Avrai sempre la possibilità di richiedere delle altre somme nel caso ne avessi bisogno successivamente.


Una pratica semplice e veloce

I documenti richiesti sono ridotti all’osso.

  1. Carta d’identità
  2. Tesserino sanitario
  3. Documenti di base della tua pensione

Devi però essere in possesso del PIN dispositivo INPS: puoi richiederlo On-line

L’Istituto non valuterà il tuo merito creditizio e quindi sarai finanziabile anche se hai delle pregiudizievoli finanziarie o dei prestiti in sofferenza.


Quanto costa l’Anticipo TFS

Non ti preoccupare perché l’interesse non è elevato e non ci sono spese accessorie.

Non viene richiesta nemmeno una copertura assicurativa.

Off

In cosa consiste il TFS dei Pensionati?

 

Al momento della messa in quiescenza, ai dipendenti della Pubblica Amministrazione spetta una buonuscita, calcolata in base agli anni di servizio prestato, che si chiama Trattamento di Fine Servizio (TFS).

Per essere più precisi, il TFS riguarda i lavoratori assunti nella PA prima del 2001, per gli altri (quindi quelli assunti dal 1° gennaio 2001 in poi) si parla, più correttamente, di TFR (Trattamento di Fine Rapporto).

La differenza è abbastanza importante perché, mentre il TFS è calcolato su base retributiva (dipende dall’ultimo stipendio percepito), il TFR è invece su base contributiva e quindi dipende dai contributi effettivamente versati nel corso della vita lavorativa.

Quindi se sei un neo pensionato ex-INPDAP ti spetta, dopo tanti anni di lavoro, una somma importante a titolo di liquidazione.

Per darti un’idea considera che l’ammontare medio del TFS è tra €80.000 e €90.000.

 

Off

Ottenere subito l’anticipo del TFS è possibile

Il TFS è la buonuscita che ti spetta se sei un dipendente pubblico che è andato in quiescenza.

La legge di stabilità impone però il versamento a rate e tempi veramente lunghi per la liquidazione.

Per fortuna Gruppomoney ha la soluzione che fa per te: il Prestito con Anticipo del TFS.

Una pratica semplice, sicura e trasparente che ti consente di ricevere la tua buonuscita in unica soluzione, a costi decisamente contenuti e senza dover offrire alcuna garanzia aggiuntiva.

Nessuna rata da pagare, nessun conto corrente da aprire e zero spese accessorie: cosa chiedere di più?

 

 

Off

TFS o Cessione del quinto?La Tempistica è lunga ma Credass Italia ha la scorciatoia

La Tempistica è lunga ma Credass Italia ha la scorciatoia

Quello che forse non sai è che dovrai aspettare ancora parecchio per avere i tuoi soldi e che, quando finalmente arriveranno, ti verranno versati a rate.

Facciamo un esempio: se, come tanti, hai sfruttato una “finestra” per il pensionamento anticipato, allora i primi soldi ti arriveranno dopo circa 27 mesi.

Inoltre se il tuo TFS è compreso tra €50.000 e €100.000, come nella maggior parte dei casi, gli altri soldi ti arriveranno dopo altri 12 mesi.

Non è finita: se il tuo TFS supera i €100.000 allora l’ultima rata la riceverai dopo altri 12 mesi.

Quindi dovrai attendere, in totale, più di 4 anni per avere tutta la tua liquidazione, un periodo molto lungo!

Con Gruppomoney puoi, però, richiedere il Prestito sull’Anticipo TFS, che ti verrà versato alla firma del contratto in un’unica soluzione.

Chiamaci al numero 08119210071 per avere tutte le informazioni.

Off

TFS ESEMPI DI PREVENTIVO

Esempi rateizzazioni con pensionamento con dimissioni volontarie

Tempi di liquidazione (date di decorrenza)

Data Pensionamento Prima Rata Seconda Rata Terza Rata
1/1/2018 1/1/2020 1/1/2021 1/1/2022

Rateazione

TFS/TFR complessivo € Prima Rata € Seconda Rata € Seconda Rata €
45.000 45.000
75.000 50.000 25.000
175.000 50.000 50.000 75.000

Alle scadenze indicate nella tabella devi aggiungere circa 3 mesi che è il tempo che l’INPS si prende per farti il bonifico.

 

 

Off

L’Anticipo TFS, una soluzione finanziaria per tutti i neo pensionati INPDAP

Dovrai quindi aspettare così tanto?

No, per fortuna una soluzione finanziaria esiste e si chiama Anticipo TFS.

È un prestito molto semplice e molto trasparente: ti verrà anticipato ll’importo del TFS di cui hai bisogno al suo valore attualizzato, vale a dire decurtato di un interesse calcolato in base alla data prevista di pagamento da parte dell’INPS.

Per esempio se devi aspettare 1 anno ti decurterà l’importo degli interessi di 1 anno, se gli anni sono 2 allora l’interesse sarà calcolato su 2 anni e così via.

Non sarà necessario richiedere l’intero importo del TFS ma potrai farti anticipare solo quello che ti serve.

Avrai sempre la possibilità di richiedere delle altre somme nel caso ne avessi bisogno successivamente.

Off

Anticipo TFS : pratica semplice e veloce

I documenti richiesti sono ridotti all’osso.

  1. Carta d’identità
  2. Tesserino sanitario
  3. Documenti di base della tua pensione

Devi però essere in possesso del PIN dispositivo INPS: puoi richiederlo On-line

L’Istituto non valuterà il tuo merito creditizio e quindi sarai finanziabile anche se hai delle pregiudizievoli finanziarie o dei prestiti in sofferenza.

 

Off

Quanto costa l’Anticipo TFS

Non ti preoccupare perché l’interesse non è elevato e non ci sono spese accessorie.

Non viene richiesta nemmeno una copertura assicurativa.

 

Off

ANTICIPO TFS (Trattamento di fine servizio)

COS’È?

Il prodotto consente di ottenere, in forma attualizzata, fino al 95% del Trattamento di Fine Servizio maturato, che l’Ente Pensionistico riconoscerà in forma rateale secondo quanto previsto dalla normativa.

I REQUISITI

Pensionati (pubblici e statali) che hanno maturato un trattamento di Fine Servizio.

IMPORTI

L’importo massimo del prestito è determinato in funzione del TFS maturato come certificato nel «prospetto di liquidazione» rilasciato dall’Ente Pensionistico.

MODALITÀ DI RIMBORSO

Nessuna Rata Mensile, spese e interessi decurtati in unica soluzione all’erogazione.

MODALITÀ DI EROGAZIONE

L’erogazione avviene in unica soluzione sul c/c intestato al cliente.

DURATA AMMORTAMENTO

Durata in funzione delle scadenze del piano di liquidazione del TFS.

DOCUMENTI NECESSARI PER UNA PRIMA DISAMINA

  • Certificato TFS rilasciato dall’ente pensionistico
  • 2 documenti di riconoscimento validi
  • Cedola di pensione
  • CUD
Off

Anticipo TFS: come ottenerlo?

Anticipo TFS: come ottenerlo?

Oggi è possibile ottenere l’anticipo TFS grazie all’intervento degli istituti finanziari che offrono un servizio molto interessante: la possibilità di ottenere da subito fino al 100% del TFS maturato. In pratica, l’istituto anticipa il TFS con un prestito che viene subito erogato in un’unica soluzione mediante bonifico bancario sul conto corrente intestato al neo pensionato. Ma quali sono le modalità di rimborso del prestito? Molto semplice: la restituzione avviene mediante incasso diretto da parte della Banca delle rate del TFS liquidate dall’INPS. Ma quale documentazione è richiesta per ottenere l’anticipo? Per avviare la pratica sono necessari soltanto:

– Il documento di riconoscimento
– Il Codice fiscale o Tessera sanitaria
– Il Cedolino della pensione, busta paga o CUD
– Il Certificato TFS in corso di validità